Assistenza caldaie condizionatori Cervia

Improvvisamente potreste aver bisogno di assistenza per riparare un guasto o un malfunzionamento della vostra caldaia o del vostro condizionatore.

Cosa fare se tornando a casa dal lavoro ti accorgi che non può fare una doccia calda e rilassante perchè la caldaia è bloccata?

E se in piena estate, magari nel mese di agosto, il condizionatore si guasta e non riesce più a produrre aria fresca?

La prima regola è non farsi prendere dal panico.

Non indugiate e chiamateci!

I nostri tecnici verranno velocemente da te e risolveranno il problema.

Per un servizio di assistenza rapido e professionale su caldaie e condizionatori, chiamaci!

CALDAIE E CONDIZIONATORI: CENNI BASE E FUNZIONAMENTO

La caldaia è il cuore del sistema di riscaldamento residenziale della maggior parte delle famiglie italiane e non. In base alle nostre esigenze possiamo scegliere di installarne un tipo di caldaia che provvede a riscaldare l’ambiente circostante (scaldando acqua per i termosifoni o aria) oppure che fornisca acqua calda per usi sanitari; tra le più utilizzate ci sono quelle che riescono a assolvere a entrambe le richieste.

In commercio si trovano due modelli di caldaie: caldaia classica/standard e “a condensazione”:

  • Il funzionamento di una caldaia classica è semplice: una volta accesa, la fiamma scalda una serpentina in rame (chiamata “scambiatore di calore”) che, come dice il nome, trasferisce il calore al fluido termo-vettore che in questo caso è l’acqua che sarà impiegata nei termosifoni e quindi nel riscaldamento vero e proprio della casa.
  • Il funzionamento della caldaia “a condensazione”: funziona come quella classica, ma la tipologia “a condensazione” riesce a sfruttare anche il calore presente nei fumi di scarico della combustione e lo utilizza per scaldare l’acqua. Il risparmio economico è sotto gli occhi di tutti: per raggiungere la temperatura stabilita viene consumata una minor quantità di combustibile.
  • Il funzionamento dei sistemi ibridi: come si può dedurre dal nome stesso, questo è un tipo di caldaia che integra due diversi dispositivi. Essa sfrutta, per il riscaldamento dell’acqua, fonti d’energia rinnovabili (in genere sono i pannelli solari).

Il condizionatore è un apparecchio che riesce a modificare la temperatura di un determinato ambiente, ciò avviene perchè riesce a sviluppare calore sensibile (positivo o negativo) che viene scambiato con un fluido, il quale, messo a sua volta in circolazione, cede tale calore ad un ambiente allo scopo di innalzarne o abbassarne la temperatura.

Gli elementi fondamentali che lo compongono sono:

  • Compressore: comprime il fluido (che qui si trova allo stato gassoso) per aumentarne la pressione e di conseguenza la temperatura
  • Condensatore: condensa il gas riportando il fluido allo stato liquido, ciò è possibile sottraendo calore al gas (il calore viene poi disperso nell’ambiente).
  • Organi di laminazione: è una strozzatura della condotta che fa diminuire la pressione e la temperatura al liquido quando ci passa.
  • Evaporatore: vaporizza il liquido.
  • Componenti e accessori che completano il sistema: valvole, pressostati, ventilatori, telecomando, sonde e schede elettroniche
  • I fluidi temovettori più usati sono (o sono stati): R12 (non più usato), R22 (non più usato), R407c (in uso) e R410a (in uso).

I condizionatori si dividono in due grandi categorie: “solo freddo” o “a pompa di calore” (raffredda in estate e riscalda in inverno).

Altra distinzione va fatta in base al loro funzionamento e si parla di:

  • condizionatori on-off: appena si accende l’apparecchio, il compressore parte alla massima potenza e vi resta fino al raggiungimento della temperatura impostata; una volta raggiunta si spegne.
  • condizionatori a inverter: sotto controllo elettronico, viene impiegata solo la potenza necessaria, che inizialmente è massima e poi diminuisce quasi del tutto; una volta raggiunta la temperatura resta acceso alla potenza minima indispensabile per mantenere la temperatura impostata.

COME SCEGLIERE CORRETTAMENTE LA VOSTRA CALDAIA

Se volete cambiare la vostra caldaia o acquistarne una nuova vi starete chiedendo: quali fattori dobbiamo valutare per fare la scelta migliore?

Ecco qua alcuni consigli:

  • capire la funzione che deve avere la caldaia: se l’impianto sarà utilizzato per produrre calore e riscaldamento oppure acqua calda per uso sanitario; è possibile utilizzare un sistema ibrido che permette di ottenere entrambe le cose (riscaldamento e acqua calda);
  • sapere dove sarà collocata la caldaia: l’impianto potrà essere installato all’esterno o all’interno dell’abitazione e questo elemento è di fondamentale importanza per scegliere la giusta soluzione;
  • dobbiamo conoscere il volume dell’ambiente che vorremmo riscaldare: al fine di scegliere una caldaia che abbia la giusta resa calorica per apportare il calore ottimale alla casa (e che non sia troppo piccola o troppo grande);
  • conoscere l’efficienza energetica della caldaia: attraverso il rendimento di combustione, è possibile capire se la percentuale di energia che deriva dalla combustione è sufficiente alle nostre esigenze; più è alto il rendimento di combustione, maggiore è l’efficienza energetica e minore è il consumo del combustibile (quindi c’è un risparmio economico)

A CERVIA    ASSISTENZA SEMPRE ATTIVA SU CONDIZIONATORI E CALDAIE   H24

Cervia  è un comune italiano di 28.940 abitanti della provincia di Ravenna in Romagna.

Cervia si trova sulla costa del mar Adriatico, 20 km a sud di Ravenna, ad un’altitudine di 5 m s.l.m.. Tra Milano Marittima, Cervia, Pinarella e Tagliata si trova una pineta di circa 260 ettari, di cui 27 facenti parte del parco naturale. Insieme alla riserva naturale delle saline, che occupa una superficie di 827 ettari, in cui nidificano avocette, cavalieri d’Italia, garzette e germani e transitano i fenicotteri rosa, va a costituire la stazione sud del Parco regionale del delta del Po[3]. La parte nord del territorio comunale è bagnata dal fiume Savio che segna il confine con il comune di Ravenna.

Cervia dispone di più di 9 km di spiagge e nel 2016. Un progetto con l’ente locale ARPA è attivo per il controllo dell’acqua, in diversi punti fra la spiaggia di Milano Marittima e quella di Pinarella. I risultati che ne sono conseguiti evidenziano che la qualità dell’acqua è tale da aver garantito alla città la Bandiera Blu della Foundation for Environmental Education, ottenuta per la ventunesima volta nel 2016.

La storia di Cervia è legata alla produzione del sale. Le saline erano probabilmente già in funzione in periodo etrusco e sicuramente sviluppate in periodo romano. È possibile che esistessero degli alloggi, o forse degli insediamenti, per gli addetti alle saline, anche stagionali.

Fino a tutta l’età romana la città ha mantenuto il suo nome di origine greca, Ficocle. Ficocle fu distrutta dall’esarca Teodoro nel 709 e in seguito, con il nome di Cervia, venne edificata come città forte, esattamente al centro delle saline. Nel 1697 papa Innocenzo XII diede ordine di costruire la città attuale in un luogo più salubre.

Luoghi da visitare perchè importanti:

  • saline, La storia di Cervia è fortemente legata alla produzione del sale. La Riserva naturale Salina di Cervia è la testimonianza del legame della città alle sue Saline.
  • Musei: museo del sale e ecomuseo del sale e del mare di cervia
  • pineta
  • palazzo comunale
  • chiesa di santa maria assunta, cattedrale

Gli eventi e ricorrenze importanti che si svolgono a Cervia sono:

  • pasqualotti
  • fiera di san giuseppe e sagra della seppia
  • chocolat
  • rairadio3 in festival
  • festival internazionale dell’aquilone
  • festa delle cozze
  • sposalizio del mare
  • incendio del magazzino darsena